Tu sei qui

GO BACK

Spunti,News,Curiosità,Guide

Quanto dura un marchio

Il marchio deve essere rinnovato ogni 10 anni a decorrere dalla data di deposito della domanda di registrazione (per periodi di 10 anni consecutivi) entro gli ultimi 12 mesi di scadenza del decennio in corso o nei sei mesi successi al mese di scadenza. Si considera come data di scadenza del decennio l’ultimo giorno del mese della data di deposito originaria. Entro 6 mesi a decorrere dal  primo giorno del mese successivo a quello della data di deposito, si può rinnovare il marchio pagando una tassa di mora.
Il rinnovo di un marchio è ripetibile indefinitamente.

Quali marchi possono essere registrati

Possono costituire marchi d’impresa tutti i segni – rappresentabili graficamente – idonei a distinguere i prodotti o i servizi di una impresa da quelli altrui:

-parole (compresi i nomi di persona)
-disegni
-lettere
-cifre
-suoni
-forme del prodotto o della sua confezione
-combinazioni o tonalità cromatiche.

Per essere registrato come marchio un segno deve avere caretteristiche di:

Perché registrare un marchio

L'uso di un marchio è già di per sè azione che ne permette la protezione.  Ma in caso di contestazioni o rivendicazioni da parte di altri soggetti la registrazione del marchio presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) è la soluzione migliore per avere una difesa inattaccabile.

Un marchio registrato attribuisce diritti esclusivi che consentono di impedirne l’uso non autorizzato, con tutte le conseguenze che ne derivano.

Cosa è un Marchio

Il marchio è  il titolo di proprietà  industriale che protegge i segni distintivi finalizzati a contraddistinguere i prodotti o servizi di un’impresa dai prodotti e servizi delle altre imprese.

Cosa vuol dire essere un imprenditore

L’articolo 2082 del codice civile recita:

”L’ imprenditore è colui che esercita professionalmente un’attività economica organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi “

Pagine